Tutti gli articoli di Andrea

Il Clan Jonathan è in Terra Santa

Salmo 122

Quale gioia, quando mi dissero:
«alla casa del Signore!».
Già sono fermi i nostri piedi
alle tue porte, Gerusalemme!
Gerusalemme è costruita
come città unita e compatta.
È là che salgono le tribù,
le tribù del Signore,
secondo la legge d’Israele,
per lodare il nome del Signore.
Là sono posti i troni del giudizio,
i troni della casa di Davide.
Chiedete pace per Gerusalemme:
vivano sicuri quelli che ti amano;
sia pace nelle tue mura,
sicurezza nei tuoi palazzi.
Per i miei fratelli e i miei amici
io dirò: «Su te sia pace!».
Per la casa del Signore nostro Dio,
chiederò per te il bene.

Dopo le vacanze di branco Waingunga e Seeonee ed i campi estivi di reparti Orsa Maggiore, Stella Polare e Mizar è giunto il momento dei rover e delle scolte del Clan Jonathan. Ora che sono partiti (e arrivati) da due giorni possiamo dirlo senza indugio:

il Clan Jonathan è finalmente in Terra Santa!

25blarge (1)

Dopo la prima giornata a Cana in Galilea ora pare che si trovino nei pressi del Monte Tabor. Giungono i primi aggiornamenti in diretta:

Giorno 1 –  giovedì 23 agosto

Il viaggio è andato benissimo, il clan è arrivato a Cana  (Kafr Kana) che dista circa un’ora e mezza dall’aeroporto di Tel Aviv e sono stati accolti dalla parrocchia di padre Francesco che li ospiterà fino a sabato. L’accoglienza è stata ottima: gli ospiti sono stati definiti “molto ospitali”!

– Messaggio inviato da Ale alle 5:38

Giorno 2 – venerdì 24 agosto

Ciao Paola,
Il Tabor è un monte connesso quindi ti scrivo.
Qui va tutto bene: siamo al Tabor ed in questo momento i ragazzi stanno facendo il deserto. Ieri siamo stati a Nazareth: il clima è buono, ma non c’è ancora il giusto trasporto. Chi ci ospita ci sta trattando molto bene: si mangia a sazietà e pure qualcosa di più. Padre Francesco ce l’ha un po’ con i muslim, quindi le conversazioni tendono a sparlare degli islamici e ci invita a far figli perché anche noi non diventiamo minoranza come loro. I ragazzi si stanno interrogando parecchio sulla questione e devo dire che sembra esattamente ciò che stavamo cercando cioè il dialogo-conflitto tra le religioni. Di ebrei qui non ci sono e se ne parla solo come entità politica, della quale ci viene sottolineata la cupidigia nei confronti dei territori delle altre comunità religiose.

Un saluto ed un abbraccio a tutti.

Pusi per clan Jonathan

– Email inviata dal Pusi direttamente dal Monte Tabor

Giorno 3 – sabato 25 agosto

Ieri il clan è stato al lago di Tiberiade (compreso bagno nel lago!), oggi – a malincuore – i ragazzi hanno lasciato Cana e la generosa ospitalità di padre Francesco e si sono diretti verso Gerico, con pausa relax presso il mar Morto (e i suoi fanghi!). Domani, all’alba, li attende una camminata nel deserto presso Gerico e poi, finalmente, l’arrivo a Gerusalemme.

1234803_10151829004329311_866904520_n

Giorno 4 – domenica 26 agosto

Ciao Paola!
La parrocchia di Jericho ci ha concesso la sua linea wireless. È un po’ che non ci si sente, quindi cerco di mettere ordine.
L’altro ieri (sabato 24) siamo andati a Cafarnao: abbiamo visitato la casa di Pietro e la sinagoga dove ha insegnato, quindi la chiesa del primato dove c’è la pietra di Pietro su cui è stato metaforicamente fondata la chiesa.
Successivamente ci siamo recati al kibbutz di Ein Gev che sta tra il lago di Tiberiade e le alture del Golan da dove i siriani sparavano agli ebrei del kibbutz! E’ stato un incontro molto interessante: finalmente con un ebreo non osservante, ma con delle idee ben precise sulla terra che abita.
In serata ci è stata data – in un monastero – la possibilità di avere una spiaggetta solo per noi per fare il bagno nel lago di Tiberiade.
Tornati a Cana c’è stata la ormai consueta abbuffata con padre Francesco (abuna Francesco) ed abuna Rafael e i ragazzi scout della parrocchia.
Il mattino seguente (domenica 25) abbiamo partecipato alla messa della parrocchia con tutta la comunità: abbiamo fatto il canto Tu sei la mia vita in arabo ed in italiano e loro si sono innamorato del nostro Santo (rock)! Dopo la messa tutta la parrocchia è rimasta nel convento per un caffè tutti insieme: dolci, canti e scambio di regali per salutarci.
Dopo aver pranzato siamo andati al Mar Morto a sguazzare nei tonificanti fanghi, quindi ci siamo diretti a Jericho dove siamo stati accolti da abuna Anthony, un frate americano dalla vita molto avventurosa.
Questa mattina (lunedì 26) alle 4 ci siamo svegliati per raggiungere il deserto ed il monastero ortodosso di san Giorgio: gran posto! Qui si dice che Elia sia vissuta in una grotta su queste pareti rocciose.
Questa è la cronaca: tra 3 ore partiamo per Gerusalemme e non vediamo l’ora poiché è da un anno che ci pensiamo e ne parliamo! Speriamo sia come c’è la immaginiamo o meglio!
Un saluto fraterno da tutto il clan.

Giorno 5 e 6 – lunedì 27 agosto e martedì 28 agosto

La giornata di martedì 27 è stata interamente dedicata a Betlemme: il clan è stato al Campo dei pastori e alla basilica della Natività (dove è stata celebrata la messa di…Natale!). Quindi i ragazzi hanno potuto conoscere la realtà del Baby Caritas Hospital, un ospedale pediatrico di eccellenza che cura gratuitamente i bambini palestinesi, sia cristiani che musulmani. L’incontro con suor Donatella (che lavora in ospedale) è stato molto utile per capire meglio la situazione di Betlemme e dei Territori palestinesi.

Per ora è tutto. A presto!

– Messaggio inviato da Ale

Vi aggiorneremo appena avremo altre notizie!

Grande concorso! Crea il fazzolettone del Novara 13!

Siore e siori venghino! E’ ufficialmente aperto il concorso per creare il fazzolettone del Novara 13 che nascerà il…? (vediamo se siete stati attenti) ESATTO! Il 13 ottobre 2013!

Fazzolettoni

Le regole sono molto semplici. Gli elaborati dovranno essere spediti via email all’indirizzo fazzolettone@novara6.org e dovranno essere composti da un’immagine (disegnata e scannerizzata o fatta direttamente a computer) e da una motivazione relativa alla scelta del disegno e dei colori. Avete tempo fino al 20 giugno per presentare le vostre proposte, dopodiché verranno vagliate da una giuria di saggi che eleggeranno il vincitore il quale avrà l’onore di aver ideato il fazzolettone del nuovo gruppo!

Date sfogo alla vostra immaginazione tenendo conto delle seguenti caratteristiche:

  • disegno semplice + colori comuni = costi contenuti e rapida realizzazione (abbiamo pochissimo tempo per far produrre dalla Cooperativa Scout Piemonte una valanga di fazzolettoni!);
  • la motivazione deve essere convincente e possibilmente legata alla storia della città;
  • evitate di presentare proposte identiche ai fazzolettoni dei gruppi della zona! Verranno escluse a priori! (se non ve li ricordate tutti date un’occhiata a questa pagina del vecchio sito di zona)

Sotto con le proposte! Buon lavoro!

Il 13 ottobre 2013 nascerà…

Ebbene sì, non è più un segreto, il 13 ottobre 2013 nascerà il… NOVARA 13 (wow, che fantasia…) e a grande richiesta (!?) ecco tutto il materiale usato per il lancio, testi e video!

ULTIMO MESSAGGIO DI B.P. AGLI ESPLORATORI

Cari Scout,

Se avete visto la commedia Peter Pan vi ricorderete che il capo dei pirati ripeteva ad ogni occasione il suo ultimo discorso, per paura di non avere il tempo di farlo quando fosse giunto per lui il momento di morire davvero. Succede press’a poco lo stesso anche a me, per quanto non sia ancora sul punto di morte, quel momento verrà, un giorno o l’altro; così desidero mandarvi un ultimo saluto prima che ci separiamo per sempre. Ricordate che sono le ultime parole che udrete da me: meditatele. Io ho trascorso una vita molto felice e desidero che ciascuno di voi abbia una vita altrettanto felice. Credo che il Signore ci abbia messo in questo mondo meraviglioso per essere felici e godere la vita. La felicità non dipende dalle ricchezze né dal successo nella carriera, né dal cedere alle nostre voglie. Un passo verso la felicità lo farete conquistandovi salute e robustezza finché siete ragazzi, per poter essere utili e godere la vita pienamente una volta fatti uomini. Lo studio della natura vi mostrerà di quante cose belle e meravigliose Dio ha riempito il mondo per la vostra felicità. Contentatevi di quello che avete e cercate di trarne tutto il profitto che potete. Guardate al lato bello delle cose e non al lato brutto. Ma il vero modo di essere felici è quello di procurare la felicità agli altri, cercate di lasciare questo mondo un po’ migliore di quanto non l’avete trovato e, quando suonerà la vostra ora di morire , potrete morire felici nella coscienza di non aver sprecato il vostro tempo, ma di avere fatto del vostro meglio. << Siate preparati >> così, a vivere felici e a morire felici. Mantenete la vostra Promessa di Scouts, anche quando non sarete più ragazzi, e dio vi aiuti in questo.

Il vostro amico.

Baden Powell of Gilwell

DAL PATTO ASSOCIATIVO

L’Associazione adotta i principi e il metodo della democrazia. Affida gli incarichi educativi e di governo, a una donna e a un uomo congiuntamente, con pari dignità e responsabilità. Lo scopo dell’Associazione è contribuire, secondo il principio dell’autoeducazione, alla crescita dei ragazzi come persone significative e felici. Ci rivolgiamo ai giovani come a persone capaci di rispondere liberamente alla chiamata di Dio e di percorrere la strada che porta all’incontro ed alla comunione con Cristo. Offriamo loro la possibilità di esprimere le proprie intuizioni originali e di crescere così nella libertà inventando nuove risposte alla vita con l’inesauribile fantasia dell’amore. La nostra azione educativa si realizza attraverso esperienze di vita comunitaria, nell’impegno e nella partecipazione alla vita sociale ed ecclesiale. Operiamo per la pace, che è rispetto della vita e della dignità di ogni persona; fiducia nel bene che abita in ciascuno; volontà di vedere l’altro come fratello; impegno per la giustizia. La nostra azione educativa cerca di rendere liberi, nel pensare e nell’agire, da quei modelli culturali, economici e politici che condizionano ed opprimono, da ogni accettazione passiva di proposte e di ideologie e da ogni ostacolo che all’interno della persona ne impedisca la crescita. La proposta educativa è vissuta localmente dal Gruppo scout, momento principale della dimensione associativa, di radicamento nel territorio e di appartenenza alla chiesa locale. La Comunità Capi, custode dell’appartenenza associativa, è luogo di formazione permanente per i Capi e di sintesi della proposta educativa. Cura l’attuazione del Progetto educativo, l’unitarietà della proposta scout e il dialogo con le famiglie, principali responsabili dell’educazione dei ragazzi. Si pone anche come osservatorio dei bisogni educativi del territorio, in collaborazione critica e positiva con tutti coloro che operano nel mondo dell’educazione. Per attuare questo programma profondamente umano, pensiamo che solo Cristo è la verità che ci fa pienamente liberi; questa fede è lo spirito che dà vita alle cose che facciamo.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=oTMMM0gf4Ds]

(musica: Below the oceans/Spirit of Atlantis di David Arkenstone)

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=ovT2a0ZALB4]
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=Zu7aaUjYwEQ]

Festa di fine anno 2013

Come ogni anno, prima di partire per i campi, vacanze di branco e route estive domenica 9 giugno 2013 festeggeremo la fine delle attività con l’immancabile festa di fine anno!
DSC_0596
Ecco il programma:

  • ore 10:00 – ritrovo in seminario – S.Messa animata dal branco Waingunga
  • ore 11:00 – grande attività segretissima ed imperdibile preparata dalla Comunità Capi
  • ore 12:00 – Musical su S.Francesco preparato dai branchi Seeonee e Waingunga
  • ore 13:00 – Salamella time!
  • ore 14:30 – Presentazione del progetto Gerusalemme e cerchio finale di chiusura dell’anno.
  • ore 15:00 – Riunioni dei genitori a cura delle varie unità

Il pranzo, sarà preparato dai ragazzi del clan:

Panino con salamella  + insalatone misto componibile a piacimento + macedonia + fetta di dolce (offerta dai genitori degli esploratori/guide) + sangria

La quota è di €5,00 a persona o €3,50 per il menu ridotto o vegetariano. Durante la festa la comunità R/S presenterà i progetti di route estiva, il capitolo che sta affrontando e le relative motivazioni di autofinanziamento.

Ovviamente siete tutti invitati! Amici, parenti, cugini e nonne!

AGGIORNAMENTO! Per concretizzare le scelte di sostenibilità e rispetto dell’ambiente che caratterizza il Clan Jonathan non verranno forniti piatti bicchieri e posate, ma invitiamo tutti i partecipanti a premunirsi di contenitori di plastica riutilizzabili! Grazie.

Grande lotteria del Clan Jonathan!

Il Clan Jonathan, per finanziare il suo progetto di Route in Terra Santa ha indetto una grande lotteria! Ecco i ricchissimi premi in palio:

  • iPad Mini Apple Wi-Fi 16GB Bianco
  • Tenda “Scout Tech” – modello New Route 3 persone
  • Fotocamera digitale compatta Sony
  • Sveglia con ruote
  • Tazza automescolante
  • 2 magliette associative Scout
  • 3 bussole

L’estrazione avverrà il giorno 30/6/2013. Scaricate il regolamento ufficiale e contattate il Clan per qualsiasi domanda, ma soprattutto per sapere come acquistare i biglietti (prezzo €2,50 cadauno)!

Jonathan agisce!

Signore e signori! Vi serve un valido aiuto per organizzare feste di compleanno, tagliare prati, accudire bambini, svuotare cantine o per qualsiasi altra cosa che implica entusiasmo, fare le cose con cura e braccia forti? Contattate i ragazzi del Clan Jonathan!

Tutto questo perché?
Il clan Jonathan del Gruppo Scout Novara 6, da tempo impegnato nei campi del sociale e del volontariato, organizza, per sostenere il viaggio di quest’estate in Terra Santa dal 20 al 30 agosto, questa campagna di autofinanziamento. L’iniziativa si propone come una risposta concreta ad un percorso sui temi della sostenibilità e dell’indipendenza economica dalle famiglie.

Jonathan agisce!
(scarica la locandina)

La locandina di Jonathan agisce!