Archivi categoria: Branco Waingunga

Branco Waingunga – giornale delle VdB 2012

Domenica 24 giugno 2012 (a cura dei Tassi Pezzati)

Oggi la giornata è stata molto faticosa per arrivare nel posto in cui dormiremo, ovvero il Santuario Madonna della Brughiera (Trivero – BI).

Per giungerci abbiano preso il treno e 2 pullman.

Scesi dal pullman abbiamo fatto un lungo tratto a piedi  in salita. Fortunatamente Bagheera con la sua auto ci ha aiutato a portare i nostri zainoni. Arrivati alla casa abbiamo pranzato (alleluia!!!!!!!)

Dopo mangiato abbiamo esplorato  il bosco e incontrato robin hood e little john: siamo nella foresta di Sherwood!

Robin e john ci hanno messo alla prova e ora siamo nella loro banda contro il principe Giovanni.

Presi gli impegni al consiglio della rupe siamo andati  a messa al santuario dove abbiamo incontrato un prete eccezionale e comico .

Tornati a Nottingham abbiamo costruito gi stemmi delle nostre casate: cigno nero, volpe fulva, falco grigio e tasso pezzato e ora ci aspetta la cena evviva!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Dopo la cena abbiamo eseguito i servizi. In seguito abbiamo indossato i costumi adatti all’epoca (anno 1250, Inghilterra). C’erano: dame, arcieri, cavalieri e contadini.

Nel cerchio serale ogni casata si è presentata con giochi e balli, tra cui limbo e freccette. Ci siamo divertiti molto e tanto!!!!!

Poi siamo andati a letto e Akela ci ha raccontato una storia buffa.

Lunedì 25 giugno (a cura dei Cigni Neri)

Il giorno dopo è stato il compleanno di Giorgio e ci siamo svegliati con una graziosa canzone di buon compleanno per il festeggiato. Dopo siamo andati a fare colazione in refettorio. Abbiamo conosciuto Fra Tac e lo sceriffo di Nottingham (crudelissimo) e abbiamo giocato a 1-2-3 tasse (1-2-3 stella)

In seguito abbiamo scelto fra le seguenti botteghe (specialità): mani abili, artigiani, massai e attori. Infine abbiamo pranzato con ottimo risotto alla zafferano.

Nel pomeriggio abbiamo tinto le magliette di verde (che poi si è rivelato azzurro) e arancione. Abbiamo ottenuto un risultato magnifico!

Mentre aspettavamo che le maglie si tingessero, abbiamo costruito dei portamonete con la iuta (stoffa antica e preziosissima). Abbiamo inserito 20 corone a testa, monete medievali, ovvero tappi di bottiglie.

In seguito abbiamo tolto le magliette dalla tinta e le abbiamo stese al sole. Successivamente, per merenda, abbiamo mangiato le torte di compleanno di Giorgio.

Dopo un poco le sorelline sono andate a fare la doccia, dopo ci sono andati anche i fratellini.

Lo sceriffo di Nottingham ha poi fatto ispezione alle camere e ha fatto pagare una corona anche a chi era ben in ordine.

Infine siamo andati a cenare con le lasagne

Ieri sera dopo aver cenato i vecchi lupi e i cambusieri hanno preparato una specie di fiera con i giochi d’azzardo. Ad un certo punto è arrivato Robin Hood che ci ha fermato perché spendevamo i soldi a vanvera, dicendoci di trovare la tenda del tesoro del Principe Giovanni.

A questo punto sono incominciati i giochi notturni: si doveva trovare la tenda del principe Giovanni però le guardie (i vecchi lupi) se ci riconoscevano noi dovevamo dargli una moneta

Alla fine tutti hanno trovato il tesoro.

Martedì 26 giugno (a cura delle Volpi Fulve)

Questa mattina come colazione latte, tè e soprattutto pane e nutella.

Poco dopo abbiamo sconfitto Golia come ha fatto Davide.

Più tardi abbiamo fatto le botteghe: i massai hanno preparato due deodoranti.

Nel pomeriggio abbiamo incominciato a fare un torneo: in tutto erano otto. Finiti i giochi, alla casata delle Volpi Fulve hanno dato 90 corone e 5 medaglie.

Dopo il torneo abbiamo fatto una gara al tiro al bersaglio con le fionde. I finalisti sono stati: Irene Blondie, Irene Ciok, Oscar e Marta che ha vinto la gara del tiro al bersaglio.

Prima di cena abbiamo incontrato San Francesco che ci ha invitato a bussare alle porte per chiedere la carità. Alle porte ci hanno del cibo mentre alle finestre ci hanno mandato via a malo modo.

Con quello che avevamo abbiamo cenato e San Francesco ci ha preparato la minestra (buonissima). Poi abbiamo incontrato i suoi amici che erano: il lebbroso, il lupo, l’uccello, il cavaliere e santa Chiara.

Dopo siamo ritornati a casa e su dei cartelloni ci hanno chiesto di scrivere le emozioni che abbiamo provato. Quindi siamo andati a dormire.

Mercoledì 27 giugno (a cura dei Falchi Grigi)

Oggi dopo esserci svegliati abbiamo fatto colazione, poi incontrato il figlio del re Saul (Gionata) che ci ha detto che suo padre voleva uccidere Davide per gelosia e ci ha chiesto di cercarlo e di dargli la notizia.

Dopo averlo trovato siamo partiti per una camminata in montagna: siamo stati tutto il giorno. La camminata è stata molto faticosa ma ce l’abbiamo fatta. Durante la camminata abbiamo incontrato i cani rossi e li abbiamo sconfitti. Abbiamo sentito la fine della storia dove è morto Akela.

Tornati indietro abbiamo fatto merenda. Dopo le sorelline hanno fatto la doccia e anche i fratellini.

In seguito abbiamo avuto del tempo libero e abbiamo cenato con gnocchi alla romana e scaloppine alla salvia (Silvia).

Dopo cena abbiamo danzato balli popolari in cerchio, ma alcuni fratellini non erano capaci.

Infine abbiamo ballato la preda della specialità di Ester, al ritmo della canzone Tacatà.

Giovedì 28 giugno (a cura dei Tassi Pezzati)

Oggi abbiamo pranzato al Santuario e siamo andati a visitare il paese di Trivero.

In seguito siamo andati in piscina.